7 Principi per la selezione delle piante

I sette principi per la selezione delle piante che dovrai considerare durante la fase di pianificazione perché lo schema risulti sostenibile e ben stabilito anno dopo anno. Combinare la pianta giusta al luogo giusto è essenziale per giardini di successo.


  1. Luce


Nel tuo spazio puoi osservare come e quanta luce arriva e tocca ogni punto e questo si può anche calcolare controllando l'orientamento del sito, le altezze e ingombri di altri elementi che si trovano nel sito o intorno ad esso e che potrebbero ombreggiare molto o parte dello spazio (controlla le altezze di alberi, recinti o di altre strutture ed edifici per esempio) e dovresti anche controllare i vari livelli e pendenze del sito.


Dovresti poi come regola generale sapere che i siti orientati verso nord ricevono poca luca se non nulla, mentre il sud riceve molta più luce. Est è illuminato di mattina, mentre ovest lo è nel pomeriggio. Inoltre si deve ragionare anche sul fatto che nelle varie stagioni, il sole è più o meno forte e diretto.


Ogni pianta ha il suo bisogno di luce che si può riassumere così:

- pieno sole - 6 ore o più di luce al giorno

- mezz'ombra - dalle 3 alle 6 ore di luce

- ombra - meno di 3 ore al giorno


2. Terreno


Essenziale è capire tre principali proprietà del terreno, che sono:

- la tipologia

- il ph

- l'umidità


Le proprietà del suolo, che vedremo meglio in un articolo che dedicherò a questo in modo più esaustivo, fanno sì che esso mantenga livelli di acqua, umidità e nutrienti, e una struttura tale da permettere alle piante di nutrirsi, aggrapparsi con le radici e stabilizzarsi in modo duraturo e vigoroso.

In base a quanto un terreno ha la proprietà di drenare l'acqua, le piante andranno innaffiate più o meno, così come sin da principio andranno scelte piante che possono resistere più a lungo a periodi di siccità o al contrario di allagamenti.



3. Resistenza alle temperature


Ogni pianta ha la sua resistenza alle temperature e anche in climi temperati possiamo notare importanti oscillazioni di temperature che possono in alcuni casi danneggiare le piante.

Per esempio, alcune piante native di zone montagnose sicuramente resisteranno al freddo più di specie mediterranee, ma anche in questo caso c'è bisogno di attenzione e osservazione delle specifiche situazioni. Per esempio bisogna anche controllare i livelli di umidità, perchè gelo e umido potrebbero causare danni anche a piante molto resistenti.


4. Dimensioni della pianta



Quando pianifichiamo è necessario sapere quale sarà la dimensione di maturazione delle specie che scegliamo, in primo luogo perché ogni pianta avrà bisogno di un certo spazio per crescere a pieno e in secondo luogo perché una pianta verrà scelta anche per la sua funzionalità. Un esempio semplice è quando vogliamo creare più privacy dai vicini di casa e in quel caso avremo bisogno di una certa massa e altezza. O quando dobbiamo coprire la base di un albero non potremo utilizzare cespugli troppo grossi ma preferiremo usare piccole piante tappezzanti.


Ogni garden designer usa anche una simbologia precisa nei propri disegni, che rappresenti le piante nelle loro dimensioni finali cosicchè si possa pianificare il giardino basandosi sull'aspetto finale che otterremo.



5. Tipologia di pianta


Potrai scegliere tra svariate tipologie di piante tra cui alberi, arbusti o perenni che possono essere raggruppati o piantati singolarmente in base alle necessità, funzionalità o secondo i propri gusti e per creare un particolare effetto.

Tra le tante tipologie, ci sono:

- bulbi

- erbe (aromatiche e commestibili)

- erbacee

- graminacee ornamentali

- felci

- alberi

- rampicanti

- tappezzanti


6. Bellezza


Se una pianta non aggiunge niente di ché al giardino, perché sceglierla?

Anche se la maggior parte delle piante ha il suo perché, selezionare quelle giuste per il tuo spazio è la scelta perfetta. L'interesse che una pianta aggiunge al giardino può derivare dal suo colore, dalla forma, dal fogliame, dalle trame, dai suoni, dai profumi o anche dai sapori. Inoltre selezionare diverse piante che diano interesse particolare nelle varie stagioni è la scelta più intelligente.


7. Cura


Ultima cosa da tenere in considerazione, ma non la meno importante, è quanta cura e il livello di manutenzione di cui le nostre piante necessitano. Se abbiamo poco tempo e poca esperienza, allora sarà il caso di selezionare piante che ci diano poche preoccupazioni.



Una volta che i 7 principi vengono presi in considerazione, possiamo rilassarci e avere la certezza che il nostro giardino crescerà in modo sostenibile e vigoroso.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti